Ep.3 Il rifugio di Alucardo

Set 14, 2020


Brutus e Ivrea, superano il pericolosissimo Golem di fuoco nel tempio e, un po' bruciacchiati e affamati ma intatti, proseguono lungo le scale che portano al piano inferiore: il tempio con i suoi trucchetti è alle loro spalle.
Si trovano in un grosso antro con le pareti in roccia, che conduce a un largo corridoio. Sembra una caverna. Fatto strano, sulle pareti ci sono torce accese: il livello è probabilmente la dimora di qualcuno.

Dopo il calore opprimente e l'odore di morte del tempio di fuoco, puoi concederti il piacere di notare che l'aria è mite e, considerato tutto, non troppo umida. Qualche sommesso gracidio nella penombra più avanti e il semplice istinto ti dicono che l'ambiente pullula di vita. Non riesci a non stupirti per l'ennesima volta di quanto i vari piani del dungeon siano incredibilmente differenti tra loro, come fossero tagliati e incollati.


Ben ritrovati amici e nemici, questo è il terzo episodio di Loot of Gatescrollwizard Dungeon: il rifugio di Alucardo.
Brillante come Mastro Lindo sudato e più avvincente di una partita a Pong da soli, una parodia sveglia e pimpante per il pueblo, gratis e lo sarà per sempre.

Prendi carta e penna e preparati a giocare al gioco più bello nella storia dei giochi più belli!

NOTA IMPORTANTE: dal 03/06/2024 è in corso l'inserimento delle animazioni degli attacchi e delle abilità: questo riguarderà prima il party (tempo stimato: 1 settimana), poi tutti i nemici (tempo stimato 1-2 settimane). Tutto questo per dire di non preoccuparsi se qualche animazione manca eseguendo un attacco: stiamo lavorando per voi! 



Presta attenzione avventuriero lettore!
Da questo episodio in poi non si scherza: imparate le regole base, ci si aspetta da parte tua un'interazione matura.
Ogni combattimento offrirà sfide differenti: leggi sempre con attenzione il regolamento. Inoltre, non pensare di proseguire con agilità se non usando i cibi e gli oggetti accumulati negli episodi precedenti o in ARENA, maramaldo!


— Brutus?
— Hmm...

Ormai da alcuni minuti Brutus ostentava un piatto grugnito a ogni domanda di Ivrea.

— Che hai?
— Ho che ho fame. Hmm...
— Questo posto...
— Hmmm... Che ha?
— Non lo so. L'ambiente è pieno di di vita, lo sento con chiarezza, però c'è qualcos'altro. Uno spirito potentissimo e malvagio. E poi... Qualcuno.
— Qualcuno?
— Si, molto lontano, qualcuno ci aspetta, molto più avanti. 
— Speriamo abbia con sé del cibo, non ci vedo più d... EHI! Vita? Vita vuol dire caccia, caccia vuol dire cibo!
— Stiamo attenti, va bene?
— Come al solito, Iv!
— Tutto il contrario del solito! — ricorda ridendo la ragazza al suo compagno di viaggio cui improvvisamente sembrava tornato il buonumore.

Tutto il party è in piena salute.


Squittii di pipistrelli provengono dall'ingresso della caverna.

— Pipistrelli vampiro arrosto?
— Non sono ancora così disperata. Tu sì?
— Hhmm... — apostrofa deluso il guerriero con un grugnito ormai più simile a un ruggito.

Entri nella caverna?

Ho forse scelta?