Set 11, 2020

Brutus, un nerboruto guerriero umano di mezz'età, si sveglia assetato e privo di ricordi recenti, nel mezzo di un tetro e oscuro dungeon.


C'è una vecchia spada! Come si dice al paese natio di Brutus, è sempre meglio che un calcio nel boffice.

È una buona lama. Solo molto vecchia e un po' arrugginita.
"Ricordarsi di prendere appuntamento per il richiamo dell'antitetanica, una volta fuori" si appunta Brutus mentalmente. "Spero di non dover combattere in questo buio" pensa "Averla in mano mi rassicura dal freddo e la sento... familiare!"


"...L'istinto mi dice che c'è qualcuno o qualcosa qua in giro...".
Neanche il tempo di dirlo, Brutus sente con chiarezza una sorta di grido misto a un gorgoglìo:  

— Arghhhblblblblbl!

Il rumore viene chiaramente dalla sua sinistra; a destra invece Brutus vede una fioca luce lontana.


Cosa vuoi fare?

Ti dirigi verso il rumore: sei armato, ma nel buio completo.
Ti dirigi verso la luce, dopotutto sei al buio.